Supina

  Yamamoto Masao

mi dispongo in ombra

sorda

al rumore di sere a rovistarmi

giunge il tonfo di un piatto da lavare

scappato di mano

un battito lento mi estranea

fiori spersi profumati

mi cullano dolcemente

un letargo mi avvolge

al risveglio ho negli occhi

cicale inebriate di luce.

Annunci

3 pensieri su “Supina

  1. Un letargo mi avvolge
    e come i letarghi mi risveglio
    per poi ri-addomentarmi
    estranea mi è la vita
    ma piccole perle
    mi fan luccicare gli occhi
    è segno questo che non tutto è perso

  2. nel sonno il vento ti ha cullato
    una voce, piccola conchiglia
    solo respiro
    inonda la cavità del tuo occhio
    bulbi rifioriscono
    tra le mani impastate
    di sudore e cielo

    ciao Antonella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...