Fughe (frammento III) di Maria Pina Ciancio

E’ di mani callose
di vesti nere
dentro gli occhi vinti

la mia rabbia
taciuta
non urlata

soffocata
nel grembo
asciutto
di una madre
sconsolata.

* (tratta da Itinerari, Centro Arte e Ricerche Meridionali, Cosenza 1997)

Annunci

3 pensieri su “Fughe (frammento III) di Maria Pina Ciancio

  1. La mia rabbia
    taciuta
    repressa
    nascosta
    agli occhi di chi non vuol vedere

    Solo mia
    No non dimentico

    Le tendo la mano
    sono dalla parte sua
    per ora
    un giorno ci separeremo
    un giorno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...