Nel terzo giorno

resta una visione
un trascorso di ombre
a traghettarci
noi vestite di bianco
col sole ad osservarci
e rose ad attenderci
profumo di e niente spine
la conoscenza, l’appartenenza
alla spiaggia da cui naufragammo
un giorno, il terzo giorno
chiaro nella dimenticanza
di entrambi noi precedenti

*

Elif Sanem Karakoç

Annunci

6 pensieri su “Nel terzo giorno

  1. un naufragare, un traghettare, una dimenticanza di “noi precedenti”: valenza simbolica, mi dà il senso di struggimento profondo e di un altrettanto profondo smarrirsi e ritrovarsi. Grazie, Elina.

    • il noi è preciso, ha dei connotati specifici e c’è il “ritrovarsi”
      hai ben colto Daniela

      grazie per essere passata
      un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...