Fotografia di Mario Bressan e mio testo

*

a scorrere le ore

vestite di grafia

riottosa, poco lineare

stento a credere al canto

scavato nella pietra di questa Daunia

poiché il campo ha concesso grano e un sogno

senza chiedere permesso

l’ha spinto nel ventre

acqueo si prepara il sole, aguzza il raggio

sillaba fino a notte

una luna e quattro stelle

 27/07/10

Annunci