immagine Elena Shlegel

Elena Shlegel

 

varcò la soglia del giorno

indossò il grembiule da lavoro

riassettò un cassetto e dentro

trovò un biglietto stropicciato

scritto in frammenti

“un foglio m’insegue da giorni

ha macchie, buchi, rattoppi

è un abito sfitto, un cavallo a briglie sciolte

una passione d’argilla bianca

sottratta allo sguardo del farò.

Starà in terra

e se saranno fiori li lascerò

germogli canteranno la neve del geranio

che stringe gli occhi miopi

in nenia di nanna”

La donna richiuse la lettera

forse non a caso rinvenuta

e preso a caso un quaderno

vi scrisse qualcosa di corsa

“non ti ho incontrata

non so a quale visione appartenga

conosco la tua voce vicina al silenzio
alle lune che perdo per strada
ai soli che parlano
a giorni trascorsi senza dipingere
solo un punto o una linea
di intensa superficie”

Annunci