“Potenze” di Anna Salvini

Joyce Hicks

ritornare è un movimento

di spalle, un’inversione

di marcia

– dal cuore alla testa –

.

dentro la casa, potenze:

la frutta ammaccata ha il ricordo

d’un bacio,

forchette e coltelli fanno le fusa

un po’ di soppiatto

un bicchiere di voce ti stringe la vita

.

il disordine pigro dei libri

– come sangue che cola –

raggruma parole e fiocchi di lana

.

sopra il divano, le ossa

.

le grucce pigiate dentro gli armadi

un grumo di calze, scarpe e borsette

hanno il peso dei sassi

.

asciugamani, tappeti, candele, cuscini

sono un popolo in pace

la legge è dei fiori, sul davanzale

.

potente è la forza del tetto

che chiude la crepa

il nido protetto dai venti

la goccia che punge la fiamma

.

Anna Salvini, o8.11.2008

Annunci

2 pensieri su ““Potenze” di Anna Salvini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...