Luccichio del mare in autunno

“Luci di Jonio,
antichi legami..
vicini, qui,
nello stesso sentire..”

§

Legato ad una bussola giocattolo

se avessi piedi leggeri e fronte levigata

starei ad ascoltare di voce svelata

senza ori si avvicina la rosa e l’argento

a prima mattina

parlami rosa…

non è strano pescare nel cielo

non è folle navigare di buio

poiché vicine le ombre – le vedi – nell’abbraccio

è la notte che scuce i capelli

scompone echi di memoria fino a cogliere

una voce (di pietra) preziosa

la tengo stretta, provvisoriamente

.

* i versi di introduzione sono di Angela Greco

Pubblicità

9 pensieri su “Luccichio del mare in autunno

  1. senza ori si avvicina la rosa e l’argento

    a prima mattina

    parlami rosa…

    La rosa è fiore e metafora in tanta letteratura e poesia di tutti i tempi. Da Dante a Rilke… ma qui è “cantata” con una malinconia mediterranea, nuova e struggente. Riporta ad antiche statue in giardini fioriti a picco sul mare, a memorie perdute di perdute genti e lingue e dialetti… forse…
    Ciò che si tiene a sé è stretto in un abbraccio provvisorio, perché consapevolmente sappiamo destinato ad un’eco nella notte che scucendo i capelli ci riporta alla cute nuda della terra madre. alle nostre preziose, indimenticate origini.

    Splendida Elina. Davvero!

  2. solo questa sera leggo tanto, qui. Sono lieta dei commenti e ancor di più dell’amicizia con Elina..un abbraccio e..semplicemente GRAZIE!

  3. no non è strano.

    forse più strano, è camminare ancora, e sopportare in qualche modo,
    la vista del mondo condotto per mano dall’essere umano
    verso una morte certa?

    preferisco pescare nel cielo, luci di stelle e misteri misteriosi
    sotto la coltre buia che avvolge l’universo:
    è meno strano, meno irragionevole, meno insensato.

  4. sono certa che le fotografie di Angela Greco, oltre la sua breve quanto ampia apertura al tuo testo, possiedano una forza tale da permetterti di spaziare in un immaginario comune, e di portarcelo così, come regalo.
    sempre più densa la tua scrittura, Elina.
    complimenti ad entrambe!

  5. il testo è nato guardando le fotografie di Angela
    non è una scrittura composta insieme
    è un pò una dedica, infatti sono suoi la “bussola” e il mare di cui parlo, appartengono all’intuizione che ho di lei

    ciao Antonella, a presto

  6. ..sei semplicemente meravigliosa..il tuo sentire, un pregio inestimabile e la tua amicizia un ringraziamento al Cielo ad ogni lettura!! grazie

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.