e cammino ventosa

ho inforcato enormi occhiali da miope

erano giorni che non vedevo

il tempo di un sospiro è luce o forse

– pensiero bifronte –

scattarmi una foto in posa pensosa

puoi farlo, se vuoi

tre scatti e sorrido al vicolo cieco

non vedo davanti che nero

una scala senza gradini

mentre scivolo scalza tra sassi

qualcuno accenda la luce

la vista.. cerco di tenermi un occhio

aperto tra le dita a guardare verso

lunghe sopracciglia offuscano

il breve giocattolo si ricompone

e il fiato colora maree innevate…

Pubblicità

4 pensieri su “e cammino ventosa

  1. il fiato mi sembra necessario che colori maree innevate e posto come ultimo verso mi fa vedere una luce, comunque, accesa..versi che fanno aumentare il battito cardiaco per quanto s’impongono con il loro significato duro, anche se espresso con l’immancabile dolcezza di chi conosce anche questo lato di un illusorio idillio chiamato Vita..

  2. ci sono passaggi di grande tensione e poi degli scarti,improvvisi, sul precipizio, persino quello della parola, da cui sembri gettare il senso.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.