Jerry Uelsmann

http://fernirosso.wordpress.com/2011/01/06/in-un-legno/

*

Non so quante volte abbia letto questa scrittura, tante da impararla a memoria.

Ora che ne scrivo mia madre racconta che da bambina non sopportavo le poesie imparate mnemonicamente.

La maestra si stupiva della cosa mentre la mia famiglia si abituava a trovare una lettera sotto il piatto all’ora della cena. Se ripenso a quelle poche righe incerte ritrovo la barca dei pescatori, le storie di mare, le loro mogli che indossavano scialli neri.

Mia madre leggeva ad alta voce il racconto, poi lo ripiegava e lo faceva scivolare nelle tasche del grembiule. La lettera assorbiva il profumo della minestra poi delle faccende domestiche, infine prendeva posto in camera da letto, nell’armadio grande dove erano riposti i soldi e le pagelle.

Qualche anno fa ho chiesto a Camilla se ancora fossero in quel luogo le storie del mare. Era tutto al solito posto, in ordine e in evidenza la barca delle prime essenze.

Annunci