Tag

, , , , , ,

Josephine Sacabo

mentre dondola d’arancio il confine

dentro le mura

rifugia lo strappo del giorno.

.

è olio il mandorlo

sulla scogliera dei seni

alle cattive

vocalizzo dell’abbaglio.

.

da finestre di nylon epistilio denuda

paesaggio ferito

e i capelli marini

come su una giostra

sono volute in una mano

di ruggine

sconsacrata ombra del sipario.

.

(overdose di dafne)

*

(diciassette petali)

 

quinta.

.

il morso del delirio

allunga amaranto i capelli

dove l’orlo del mattino

infilza smagliatura dell’istinto.

.

stesa sulla forma dell’acqua

lampara

è vorace viale allentato

dentro il filo delle gambe

.

come l’odore

sniffato nel sussurro del geranio

.

(diciassette petali)

.

– dall’altra parte il tramonto –

*

(geenna)

 

nel (geenna) in piena

intingermi

carme tuo amante.

.

generata nudità

matura il bacio nel ciliegio

schermata pietra di l’una.

.

verso origina

supplica del goduto vizio

e naufrago

in te

.

– umido seme d’orione –

.

al paesaggio

perduto

bevo del pianto

l’infinito.

.

Daìta Martinez è nata a Palermo e vi risiede.
Segnalata e premiata in diversi concorsi ha pubblicato in antologica con LietoColle, Mondadori, Akkuaria
è autrice dei testi in video tour Kalavria 2009
(dietro l’una) è la sua opera prima, edita LietoColle, 2011.

Annunci