circa la poesia

avevo desistito dall’imbroglio di vederla nella foglia staccata, nell’albero a primavera. nulla,la trovai dopo averla cercata per anni, nel silenzio di un dolore non gridato. chi mai avrebbe creduto a quella barca e all’arca di cartone in cui navigavo senza vele.e vento a schiaffi a sbriciolare la piccola figurina di pane

*

leggendo “capiterà una notte di vento” da fernirosso webBlock

http://fernirosso.wordpress.com/2010/09/30/capitera-una-notte-di-vento/#more-16855

Pubblicità

4 pensieri su “circa la poesia

  1. una stanza sul pontile
    colato sguardo
    “nella pietra di me stessa”

    – come la notte soffiata interna nel sussurro del suo pianto –

  2. se aumenti la dimensione della scrittura…è perfetta. Molto bella questa parola ritagliata tra la lancia di una foglia e quella spezzata in te, dentro una ronda di vele.ferni

  3. …di-vento e di pioggia…tra foglie e lacrime…il sorriso s-piegato di vele in volo…alla ricerca dell’attimo fugace…che fruga la mente…all’ombra di un’onda silenziosa…alla luce di un liquido mi-raggio tra le dita…e di un sogno rubato ad un cassetto…

    Grazie…
    Bea

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.