È un cielo azzurro che non si impaglia né s’imbroglia

Jacek Yerka

ho ristretto gli orizzonti al fiore che sta nel bicchiere

mi basta guardare lo stelo acquoso

e stilla vento odore di ferita minuta

nella corsa perdere il cappello di nube

…ho appena incontrato un parasole

-Servirà anche quello dice la nuvola tessuta di rame

poiché reale sarà la frescura-

sulla terrazza dello sguardo impilerò un vago sorriso

Pubblicità

4 pensieri su “È un cielo azzurro che non si impaglia né s’imbroglia

  1. vero, l’incipit mi piace molto.
    i verbi al futuro in poesia mi hanno sempre lasciata un po’ perplessa, pure io quando li uso mi mordo le mani più volte perché risultano “pesanti”, però questa poesia è delicata. mi piace..

    a rileggerTi,
    Anila

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.