riflessione

Catrin Arno

Il Signore è la tua ombra

e sta alla tua destra (Salmo 120)

.

Ogni ora del giorno e della notte è passata

come nuvola che affonda il suo diafano piede

e poi fugge

sollevo il passo da terra

troppo rapido il mio incedere

immersa è la Luce da sempre

attraversa noi navigabili

e continui, contigui, in successione.

Ho ipotecato il tuo bene a proteggermi

sulle vie affonderò i miei passi

saldi gli occhi a scrutare lontano

avrò pupille alate

e lievito nuovo fermenterà

sulle Tue vie i miei piedi non vacilleranno.

Pubblicità

7 pensieri su “riflessione

  1. Quanta dolcezza e speranza in questa *preghiera*… Quanta umiltà nel tuo incedere lento e deciso.
    Non dimenticherò mai questo verso, Elina mia:

    “Ho ipotecato il tuo bene a proteggermi”

    Le parole s’irradiano, come il tuo volto che possiede occhi adamantini dalle “pupille alate”. Lo sguardo mette ali e si consegna al volo. Richiamata alla terrestrità, il tuo passo non sarà incerto. Mai.
    Bellissima poesia che va oltre la poesia… è liturgia d’amore.

    Un abbraccio, tua
    Nina

  2. avere pupille alate per vedere oltre il visibile..ci sono Presenze indiscutibili che ci aprono cuore e mente…meravigliosi i versi, speciale tu.
    grazie!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.