farsi notte

fotografia di MariaGrazia Galatà

stordiva il giorno

un lavatoio rimestava figure

….

lei aveva mani esatte e nodi correvano a franare il gelo

 

Pubblicità

5 pensieri su “farsi notte

  1. penso alle forme scomposte e ricomposte nel moto, magari febbrile, delle mani, che voltano e rivoltano gli abiti di quelle ‘forme’…credo di parlare per metafora -ammesso che ne sia capace; ‘mani esatte’ mi piace da sempre, come ‘stordiva il giorno’, usato in posizione e senso ‘assoluti’…
    ciao
    cat.

  2. é già da un po’ che noto il cambiamento, c’ é un “tratto” più fortemente incisivo, mentre il surreale si moltiplica e ramifica. dmk

  3. ‘franare il gelo’ mi piace, molto! riesco a sentire quasi il rumore del ghiaccio che si rompe…complimenti, davvero! un abbraccio

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.