guardo fuori

Barbara Bargiggia, “Il nostro gioco”

se è la stanchezza che vela gli occhi

e li appanna ai ricordi  ideali

o la forza di premere avanti

maggiore dimora…

un pieno “dentro” avamposti e traguardi di rotte e navigazioni

intanto avanza la sua veste – bianco nel rigo grafite

di cielo è maggio

ho troppo da dire ma non ho maniera

chiamo in alfabeto di-verso un gioco da riempire

Annunci

2 pensieri su “guardo fuori

  1. “non ho maniera” dice già tanto su quanto c’è dentro, anche se fuori è maggio…il silenzio di sottofondo nel bianco di un rigo ancora da scrivere si avverte e tutto…si, è vero il titolo, ma a me sembra che quel “fuori” altro non sia che nel vero di te….

    • l’inizio di questa mia scrittura introduce al fuori/dentro. Penso che per chi scrive non vi sia una grande differenza poichè l’osservazione nasce nell’intimo, nel cuore dell’occhio. Grazie a te cara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...