Dorme l’ultima uva di stagione

foto Emanuela Migliaccio

giorni pregni di mosto

e una corsa tra fili d’argento

senza f(i)ato fumo lento di un the

a fare occhi belli

.

notte di cieli allungati

a riempire il filtro di un sogno

a sbriciolare le labbra succose

l’acerba rugiada.

Pubblicità

8 pensieri su “Dorme l’ultima uva di stagione

  1. Questa poesia parte da un motivo stagionale (e nostrano), per inseguire poi, attraverso quel fumo di tè, echi orientaleggianti e visioni lontane (complice anche l’immagine). Molto piaciuta, Elina. 🙂

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.