dalla raccolta –immaginata- “un filo di bianco”

Foto Di Romina Dughero

rodu

 

….diamo aria al giardino ai fiori al sorriso/ abbracciamo perfino le nostre ombre/ sono compagne e sorelle di un gesto

…lento è il cadere dei sogni

Annunci

un filo appena

Foto di Daniela Rosi

rosi

Era imprecisa l’età della tenda e chi mai abitasse la casa…un vago sentire di mare si intuiva guardando il varco appena schiuso.

Le imposte spigolose aprivano alla gioia e chiunque potesse guardare, oltre le architravi, avrebbe scorto un fluttuare di corpi corallo. Tra quelli ero io, un sogno di viaggio che nutrivo da anni e tante visioni mi portavano agli azzurri, mai visti più belli, mai taciuta l’immaginazione che è lo specchio che apre alle ombre.

Nel vento partiva la donna del tempo e piano un’anima fanciulla prendeva il suo posto. Aveva voli negli occhi e sfarfallare di suoni nella gola.

Nel silenzio depose il mantello di rosso risveglio e con mani di rugiada abitò ogni contorno della casa, lo segnò col passo primavera, svelta raggiunse tra i passeri il ritorno.

Tempo sospeso

Romina Dughero

rdu

lasciarsi abitare dagli archi romantici della penombra

restituire alla luce gli abbracci

del giorno sognare la casa adorna / di rosei contorni i risvegli.

se del bianco

Giuseppe Cozzi

G Cozzi

le parole balleranno

ogni riga intessuta di nero

nell’aprirsi di cielo

dentro la pancia cullata

di un sogno lucente

sarò terra adorna

come rinascenza.

Haiku di Mariangela Ruggiu

Andrew Wyeth

Andrew Wyeth

Nel mare buio
stridono i gabbiani
Oppure uomini

Fredda plastica
l’ultimo abbraccio
Erano sposi

Bianco sull’onda
Una scarpa di bimba
in controluce

.
E’ successo ieri
E’ dolore sterile
che non fiorisce