Non volevo un amore di Roberta Lipparini

Benjamin Lacombe

Benjamin Lacombe

 

Non volevo un amore

Mi bastava il suo contorno
visibile
alla luce della luna
Inesistente il giorno

Un amore da sfiorare
in certi momenti di abbandono

Un profilo su cui passare con il dito

Un’illusione
che prendesse vita con il vento
alla luce della luna
per un momento

Un amore senza nome
Vuoto da nuotarci dentro
Vuoto da sognarci attorno

Mi bastava sì…
il suo contorno

7 pensieri su “Non volevo un amore di Roberta Lipparini

  1. E’ il contorno che definisce. Come il segno di un compasso. E dentro… a volte si ha paura. Sì… come seguire il bordo di un fiore con il dito, delicatamente, per lasciarlo intatto. Grazie a tutte

  2. cosi sfumata e delicata, sembra un acquerello… e attaverso questi colori leggo un amore fatto di spazio da riempire, indefinito, come una possibilità da sfiorare senza l’opportunità o il coraggio di riempirlo di sè…
    grazie Roberta Lipparini, grazie Elina

  3. Vivere l’amore è bruciare, bruciarsi. Sfiorarlo è eternarlo, sognare… Sono scelte, sono opportunità.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.