tra-e richiami

Clarence H. White

Clarence H. White

essere su una soglia vuol dire respirare l’aria attorno e riconoscere anche solo un suono il filo del viaggio

 

La mezzaLuna appesa al chiodo

buc(ci)a bianca oltre il cielo

un maggio disegnato

di piccolo bacio stampato

.

Intinti occhi come fontanelle esplose

il pozzo sazia di silenzio

e dietro ciglia acquose

un filo di stanze primitive

.

A soffiare sulle pupille

un frammento, un’ombra liquorosa

nel frammezzo

 

 

 

 

 

Pubblicità

6 pensieri su “tra-e richiami

  1. Quanta bellezza in questi versi Elina , quanto trasporto…tutto pieno di emozione , tutto straripante…ci inondi di te grazie di cuore

  2. Frammenti di cielo caduti nel pozzo dei ricordi…caleidoscopici messaggi o-maggi di luce e richi-ami riflessi di luna…a-dorata…dalle stelle…appesa agli sguardi di pianeti incandescenti…immersa nel sogno dell’eterno a-mare… tra i sospiri bambini e le ombre sonnambule in estasi ….limpida e nitida ti liberi nel buio della notte che ti rende l’una ed unica regina dei silenzi piu’ profondi e sensuale… Grazie Elina…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.