Tag

, , , ,

ph- Magaly Ohika

Magaly Ohika

 

ho dimenticato qualcosa da te,
forse il nervo ottico, le iridi con il prato
un braccio liquefatto che dalle spalle
annega la schiena, toglie il fiato;
ho ricordato qualcosa di te,
come si ricorda primavera da una piccola rosa
un poco sofferente,
nell’aiuola sotto casa.

*

gli occhi arrivano prima
dell’ostacolo
ma quel giorno sono stati così lenti
che mi si sono spezzata le caviglie
come gambi vuoti di grano
paglia di agosto, San Lorenzo ancora in cielo,
giallo infiammato.

 

 

Annunci