Ogni volta dalla prima volta di Fernanda Ferraresso

immagine-Anahata Katkin

Anahata Katkin

 

ogni giorno con precisione

puntuale vengo ad aspettarti

so che non sei un sogno

baleni nel foglio e poi scompari

dietro segni digitali

una pioggia debole di atomi

che vibrano la pagina

componendone i suoni in colori di parole

e il vento spezza qui e là le righe

appena vergate

una brezza tesa a raggiungere

l’altro l’altra spiaggia l’altro sguardo

una specie di acquedotto

in cui le acque della memoria scorrono

lungo un albero che in radici e rami

si moltiplica

e un ritmo di gocce

tra quegli alberi

giustifica il senso di ogni

marcato risveglio

poi un grumo di nuvole

passa si articola

si posa sui prati

e un treno marcia

lungo binari che scompaiono

lontano

verso l’eclissi di quelle parole

mentre le loro tracce restano

qui e là dipinte

in scene sconosciute

tra persone mai incontrate

che ancora e nuove

le riannodano all’origine

 

Annunci

3 pensieri su “Ogni volta dalla prima volta di Fernanda Ferraresso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...