Elina Miticocchio

Grazie a Cristina Bove per avermi voluta come ospite del blog “Il giardino dei poeti”

il giardino dei poeti

Le stanze di elina miticocchioElina Miticocchio, Le stanze del vento. Prefazione di Angela De Leo
SECOP edizioni 2016

Io sono qui

Sotto di me vedo passare uomini solitari

Nessuno incrocia il mio sguardo

Il mio sguardo è una preghiera per il mondo

e per il prato

Sul prato un giorno vorrò stendermi

a braccia piccole e aperte

chiamerò il cielo

senza parole, senza domande

Non avrò stanze di solitudine

Solo nel viaggio il saluto

e un segreto al posto del buio

Sarà compimento

(pag. 57)

Sono nata sull’acqua

Sono nata sull’acqua

protetta, odorosa di fiori innocenti

quasi dipinta nel semicerchio di un arcobaleno

la mia prima stanza è stata mia madre

la sua paura che non vedessi la luce

avevo sete di terra e di foglie

– non ho avuto figlie

trasparenze che ho acceso

come passaggi lunari

ora cammino e invento

piccole lanterne e preghiere

per rischiarare il buio della casa

(pag…

View original post 633 altre parole

2 pensieri su “Elina Miticocchio

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.