Il foglio di parole

Fotografia di Margherita Bruno

foto di Margherita

Mi sveglio e riempio
il foglio di parole
Sono poesie
le foglie del mio albero
il fiore che sfida la luce
la potenza del vento che
anima le mie stanze
immerse nell’acqua
Infinite di stelle

.

Ho portato i colori all’orecchio
hanno la bocca chiusa

le parole come le onde
tornano indietro

come le voci
Nel profumo di un fiore

.

Ti ho creata poesia
con il pane della mia anima
ti ho chiamato vento
poi sole e poi nido

Mia creatura di carta
piccola figlia
tu giochi con l’erba

Rinasco ad ogni tua parola

Pubblicità

brevi

@copyright Caterina Arciprete

Caterina Arciprete.jpg

.

Un punto di sospensione
dentro gli occhi
Potremo mai osservare
dentro l’infinito?
Anche un albero e’ infinito
e ci sorprende perderci
nel suo sguardo

.

quali meravigliosi semi e radici e vermi e vento muovono i miei passi
stamattina camminavo su un sentiero dove antichi solchi facevano gradino, ero su una scala di foglie e il legno profumava di immenso

non ho più una geografia in me

Fotografia di Daniela Corfiati

Daniela Corfiati
sosto nella parola “casa”
quella parola
e’ il residuo scomposto
dove mi sono persa

.

era scritto nella mia vita
eppure non volevo leggerlo
nella casa abbandonata
un filo come un fantasma
muoveva la lanterna
nel vento ero
dove non c’era piu’ il sole

.

si fa buio nella dimora spoglia
e con le mani tese
non raggiungo la barca
i sogni non hanno guida
quando vestono i colori del saluto

ora

Fotografia di Anna Serrato
anna

a volte mi fermo e aspetto
pesa la mia solitudine
il tuo essermi specchio
che stringo tra le mani
e vorrei raccogliere frammenti dell’anima
nel crepuscolo delle tue dita

.

custodirò la tua voce di oggi in me
poiché sei silenzioso incontro
ora
nel racconto di noi due

Grigio napoletano

fotografia di Anna Serrato
anna-serrato
.
ti aspetto
in questo novembre d’alberi
e di fantasie di carta
sei il mio alberopadre
con l’anima imbrigliata
nel filo spinato

ti aspetto
e avrai il tuo tronco aperto
ad accogliermi
a farmi tana
poiché sono una foglia staccata

Poche parole

Margherita Bruno

Ascolto il tuo silenzio svapora azzurri e borbotta di nuvole.
Riempie di suoni il verde che ho negli occhi.
.

Margherita Bruno

Oggi le mie radici cantano agosto le stelle che ho raccolto in un cestino di
verde il vento azzurro che le sparpaglia. Sono nel tempo nel sogno di questa estate.
.

Le fotografie sono di Margherita Bruno

breve

foto di Angelo Moscarino
Angelo Moscarino

La luce colora il seme della terra

scrive

la vita che nasce

il riposo dell’anziano

Nel tramonto di un giorno

vive già

il nuovo germoglio

Nell’onda del cerchio mare

la bocca di un pesce

vede un sogno di luce